Cosa fare al primo utilizzo di una friggitrice ad aria? Vediamo insieme come iniziare a utilizzare una nuova airfryer e come prepararla all’uso

Cosa fare al primo utilizzo di una friggitrice ad aria? No, non si tratta di una domanda banale, dal momento che tanti utenti ci scrivono per chiederci come comportarsi non appena ricevuto il loro nuovo elettrodomestico per friggere senza olio. Sarebbe sbagliatissimo infatti iniziare subito a cucinare senza preparare adeguatamente tutti i componenti della friggitrice! Vediamo insieme passo per passo coma fare a iniziare.

Cosa fare al primo utilizzo di una friggitrice ad aria

Primo utilizzo di una friggitrice ad aria

Qualsiasi elettrodomestico nuovo, anche quelli da cucina, appena tolto dal suo imballaggio necessita di essere preparato all’uso. Spesso, l’odore di plastica e di altri materiali risulta piuttosto forte, quasi fastidioso. Inoltre, i componenti, come cestello, griglie e accessori, sono usciti direttamente da una fabbrica per cui devono essere igienizzati a dovere. La cosa da fare, quando si utilizza per la primissima volta una friggitrice, è eliminare completamente cellophane e adesivi sia dall’elettrodomestico che dai vari accessori, che dai cavi. Qualsiasi operazione di pulizia e disimballaggio deve essere eseguita con l’apparecchio scollegato dal cavo di corrente. Ecco come procedere:

  • togliere la friggitrice dalla scatola e controllare che, visivamente, non vi sia nessun segno di usura o danneggiamento dovuto a possibili urti durante il trasporto;
  • rimuovere qualsiasi involucro in plastica, parte di cellophane e adesivi presenti;
  • installare la friggitrice ad aria su un piano della cucina resistente al calore, lontana dal forno e da altre fonti di calore (ad esempio termosifoni), verificando che i materiali su cui viene appoggiata non siano termolabili;
  • lasciare abbastanza spazio tra la airfryer e qualsiasi altro oggetto, in maniera da poter poi estrarre agevolmente griglie e cestelli. Inoltre, occuparsi di verificare che le prese di aria siano libere di “respirare”;
  • estrarre il cestello e rimuovere eventuali adesivi o imballaggi posti a protezione dello stesso;
  • pulire le pareti interne dell’elettrodomestico, servendosi di una spugnetta inumidita o di un pannetto in microfibra. Al massimo, possiamo utilizzare un mix di acqua e aceto bianco, al fine di togliere anche l’odore di plastica dall’interno dell’elettrodomestico;
  • lavare bene il cestello, le griglie e gli accessori presenti in dotazione.

Quest’ultimo passaggio, è davvero importante, poiché tutti i componenti estraibili della friggitrice dovranno entrare a contatto con i cibi che poi mangeremo. Ricordiamoci sempre che arrivano direttamente da una fabbrica industriale e che, seppur nuovi, al primo utilizzo di una friggitrice gli accessori per cucinare devono essere assolutamente igienizzati.

Come lavare i componenti della friggitrice al primo utilizzo

Ecco come lavare efficacemente i componenti della friggitrice ad aria al primo utilizzo, in modo da poterli utilizzare in totale tranquillità e procedere a realizzare la nostra prima, squisita ricetta.

  • Lavare il cestello con detersivo per stoviglie e acqua calda, servendosi di una spugna morbida e non abrasiva;
  • Pulire anche tutti gli altri componenti rimovibili della friggitrice, come griglie, separatori o eventuali accessori da cucina;
  • Per togliere qualsiasi odore sgradevole, possiamo utilizzare una miscela di acqua calda e aceto bianco, con la quale lavare uno ad uno tutti i componenti;
  • Risciacquare bene e lasciare asciugare alla perfezione tutte la varie parti prima dell’utilizzo.

Questa operazione di lavaggio può essere utile anche dopo ogni utilizzo. La maggior parte dei modelli delle migliori friggitrici ad aria, almeno le più moderne, sono dotate di accessori e cestello lavabile in lavastoviglie.

Prima accensione: cosa fare

Una volta effettuate tutte le operazioni di pulizia e lasciati asciugare bene i componenti, sarà finalmente possibile collegare l’apparecchio alla presa di corrente (controllare bene il voltaggio!). Per poter procedere al primo utilizzo di una friggitrice ad aria potrebbe essere necessario eliminare gli odori sgradevoli (soprattutto di plastiche nuove) anche dall’interno dell’elettrodomestico.

Per farlo, basterà inserire nel cestello una mela tagliata a metà o un pezzo di pane e farli scaldare per circa dieci minuti alla temperatura di 180° (alcuni modelli consigliano di far scaldare l’elettrodomestico vuoto per 10 minuti a 200 gradi). Questa procedura, solitamente indicata nel libretto di istruzioni, aiuta a eliminare gli sgradevoli odori di plastica, molto comuni nei primi 2 minuti di utilizzo. Dopo aver fatto ciò, saremo pronti per inserire i nostri cibi preferiti e iniziare a friggere senza olio in modo sicuro per la salute. A tal proposito, vedi anche l’articolo Friggitrice ad aria: fa male?

Per cuocere i cibi meno consistenti, puoi munirti di appositi contenitori per friggitrice ad aria. Questi ultimi, che siano in alluminio, silicone, ceramica, vetro temprato etc. ti aiuteranno a separare i gli alimenti (così da poter cuocere due o più pietanze contemporaneamente) e a mantenere ancora più pulita la tua nuova friggitrice.

Inizialmente, trovare i giusti tempi di cottura e le temperature corrette per la quantità e la tipologia di cibo inserito all’interno del cestello potrebbe richiedere un po’ di tempo. Ti consigliamo perciò di iniziare a utilizzare la tua friggitrice ad aria seguendo alla lettera le istruzioni del produttore e, se presenti, utilizzando i programmi di cottura preimpostati. Per oggi è tutto… buon appetito e al prossimo post!

Potrebbe interessarti anche:

Cosa cucinare nella friggitrice ad aria? I cibi da friggere senza olio